Archeologia, Insediamenti, Territorio

Gruppo di ricerca Archeologia, Insediamenti e Territorio

Il gruppo di ricerca Archeologia, Insediamenti e Territorio si occupa dello studio multiscala di insediamenti e ambiti territoriali del bacino del Mediterraneo con un approccio diacronico dall’età protostorica a quella medievale, secondo le impostazioni metodologiche e le tematiche di indagine proprie dell’Archeologia dei Paesaggi, della Topografia Antica, dell’Aerotopografia archeologica, dell’Archeometallurgia, dell’Archeologia dell’Architettura, dell’Archeologia Classica e Medievale e del Rilievo dei Monumenti.

Con un approccio integrato e multidisciplinare, si prevedono scavi archeologici e lo studio della cultura materiale per la ricostruzione diacronica dei contesti, ricognizioni di superficie per la realizzazione di carte archeologiche digitali, applicazioni di telerilevamento aereo e satellitare per l’archeologia, rilievo a scala topografica ed architettonica. L’obiettivo finale delle ricerche condotte è arricchire la conoscenza del patrimonio archeologico attraverso una ricostruzione storica basata su una esaustiva documentazione e un’accurata interpretazione dei dati.

Linee di ricerca

Nell’ambito dei contesti territoriali, il gruppo si propone lo studio dei sistemi insediativi di epoca preromana, romana e medievale, della viabilità, delle divisioni agrarie, dello sfruttamento delle risorse naturali (soprattutto dei distretti estrattivi di materiali lapidei e minerali metallici), e dell’organizzazione dei territori di confine dell’Impero Romano (Limes africano e orientale).

Nell’ambito dei centri antichi, il gruppo si propone lo studio della struttura insediativa e dell’organizzazione urbana dei centri pre-romani, romani e medievali, con particolare attenzione ai cantieri costruttivi, alle tecniche edilizie, e alle strategie di approvvigionamento di materiali edilizi.

Proseguendo attività di ricerca in parte già avviate, i casi di studio riguarderanno l’Italia, la Spagna, l’Africa settentrionale (Marocco, Algeria, Tunisia), l’Albania, la Macedonia, la Grecia, l’Asia Minore (Turchia) e il Vicino Oriente (Israele, Giordania, Siria e Iraq).

Il Gruppo di ricerca Archeologia, Insediamenti e Territorio

Gruppo Archeologia Insediamenti e Territorio

Giuseppe Cacciaguerra

Gruppo Archeologia Insediamenti e Territorio

Maria Piera Caggia

Gruppo Archeologia Insediamenti e Territorio

Gianluca Cantoro

Gruppo Archeologia Insediamenti e Territorio

Fiorella De Luca

Gruppo Archeologia Insediamenti e Territorio

Immacolata Ditaranto

Gruppo Archeologia Insediamenti e Territorio

Tommaso Ismaelli

Gruppo Archeologia Insediamenti e Territorio

Lorenza Ilia Manfredi

Gruppo Archeologia Insediamenti e Territorio

Pasquale Merola

Gruppo Archeologia Insediamenti e Territorio

Ilaria Miccoli

Gruppo Archeologia Insediamenti e Territorio

Giorgio Franco Pocobelli

Gruppo Archeologia Insediamenti e Territorio

Giuseppe Scardozzi

Giuseppe Cacciaguerra

Le mie linee di ricerca sono: i) Archeologia tardoantica e medievale del Mediterraneo focalizzata sui temi della cultura materiale, sistemi di scambio, storia urbana, paesaggio e organizzazione socio-economica; ii) Archeologia urbana e dei paesaggi; iii) Sviluppo di metodologie digitali e diagnostiche per la gestione, conservazione e valorizzazione del Patrimonio Culturale.
Catania

Maria Piera Caggia

Archeologia classica e tardoantica; scavo archeologico; implementazione di sistemi GIS per la gestione dei dati di scavo; cultura materiale e ceramiche di età romana e bizantina in Asia Minore; architettura pubblica bizantina: chiese, edifici termali; ricerche multidisciplinari su materiali lapidei e intonaci dipinti di età bizantina; insediamenti e cultura materiale della Puglia meridionale.
Lecce

Gianluca Cantoro

Roma  Gianluca è archeologo dei paesaggi e fotointerprete. I suoi studi cominciano con l’archeologia delle Province Romane (Laurea Magistrale @ Università di Pisa) e proseguono con l’archeologia dei paesaggi montuosi Cretesi (Dottorato @ Università di Foggia). É membro attivo delle comunità internazionali di Telerilevamento e ha spesso organizzato workshop e summerschool per giovani ricercatori.
Roma

Fiorella De Luca

Ricognizione topografica, documentazione presenze archeologiche (Puglia), redazione schede analitiche, implementazione banca dati alfanumerica e gestione cartografia informatizzata nel SIT LabTaf UniSalento. Costruzione, redazione banca dati, dedicata alle indagini topografiche, secondo le metodologie della Carta Archeologica d’Italia, nell’ambito di una convenzione con il MIBACT.
Lecce

Immacolata Ditaranto

Ricercatore con consolidata esperienza nelle tematiche della topografia antica, della cartografia archeologica, dell’aerotopografia archeologica, del telerilevamento da satellite per l’archeologia, con specifiche competenze maturate nell’aerofotogrammetria per la realizzazione di cartografie finalizzate alla ricerca archeologica.
Lecce

Tommaso Ismaelli

Archeologia del mondo greco e romano con particolare riferimento a Roma, Asia Minore e Magna Grecia; architettura antica: rilievo e ricostruzione dei monumenti, decorazione architettonica, evergetismo, approvvigionamento dei materiali da costruzione; tecnologia della costruzione; restauro in antico: fonti, materiali, contesti; archeologia del rituale nel mondo antico.
Firenze

Lorenza Ilia Manfredi

L'attività di ricerca della dr. Manfredi si svolge nell'ambito dell'archeologia, archeometallurgia, storia e numismatica fenicia e punica del Mediterraneo Occidentale , con particolare competenza sul Maghreb preromano e l’area adriatica.

Roma

Pasquale Merola

Laureato in Beni Culturali con una tesi in Aerotopografia Archeologica, Master in “Space systems on earth observation (application of remote sensing from space)”, e Ph.D. con una tesi in Telerilevamento applicato alla ricerca archeologica. E’ specializzato in topografia, cartografia, GIS e Telerilevamento lo studio di aree d’interesse archeologico, ambientale e paesaggistico.

Lecce

Ilaria Miccoli

Competenze maturate nell’ambito della topografia antica e del telerilevamento aereo e satellitare applicato all’archeologia; attività di rilievo topografico, di scavo archeologico, di gestione ed elaborazione di cartografie archeologiche digitali, di elaborazione di immagini aerorilevate e satellitari con software dedicati, di fotointerpretazione archeologica e restituzione aerofotogrammetrica.
Lecce

Giorgio Franco Pocobelli

Ricercatore CNR-ISPC e professore a contratto alla Scuola di Specializzazione in Beni Archeologici dell’Università di Firenze (modulo Aerofotointerpretazione archeologica). Ha conseguito nel 2006 il Dottorato di Ricerca in Topografia Antica ed è specializzato nella redazione di Carte Archeologiche, rilievo fotogrammetrico, interpretazione di foto aeree e restituzione cartografica delle tracce.
Firenze

Giuseppe Scardozzi

Consolidata esperienza nelle tematiche della topografia antica, della cartografia archeologica, dell’aerotopografia archeologica, dell’archeologia del paesaggio e del telerilevamento da satellite per l’archeologia, con specifiche competenze maturate anche nello studio delle antiche cave di marmo e alabastro dell’Asia Minore.
Lecce

Associati di ricerca

Marco Galli (Sapienza Università di Roma), Massimo Musacchio (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia).

Progetti e attività di ricerca

Archeologia del costruito, informatica e scienze chimico-fisiche per la ricostruzione storica dei cantieri e dell’approvvigionamento dei materiali lapidei di una città romana e bizantina dell’Asia Minore, Hierapolis di Frigia. Progetto FIRB “Futuro in Ricerca 2012”, coordinatore nazionale G. Scardozzi.

Laboratorio Archeologico Congiunto CNR (biennio 2014/15), Resp. G. Cacciaguerra.

Laboratorio Archeologico Congiunto CNR (biennio 2015/16), Resp. G. Scardozzi.

Laboratorio Archeologico Congiunto CNR (biennio 2015/16), Resp. L.I. Manfredi.

Laboratorio Archeologico Congiunto CNR (biennio 2019/20), Resp. L.l. Manfredi.

Laboratorio Archeologico Congiunto CNR (biennio 2019/20), Resp. T. Ismaelli.

Link di approfondimento

Laboratorio Archeologico Congiunto CNR (biennio 2021/22), Resp. F. De Luca.

Exploring mountainous fortified context in Byzantine Mediterranean

Laboratorio Archeologico Congiunto CNR (biennio 2021/22), Resp. G. Cantoro.

In collaborazione con Parco Archeologico del Colosseo, e Sapienza Università di Roma, Resp. T. Ismaelli.

Per approfondimenti su altre attività di ricerca visita la sezione dedicata.

Progetti CNR ISPC

Principali collaborazioni

Università
  • Sapienza Università di Roma, Dipartimento di Scienze dell’Antichità
  • Universidad de Málaga, Departamento de Ciencias Históricas
  • Università degli Studi di Firenze, Dipartimento di Storia, Archeologia, Geografia, Arte, Spettacolo
  • Università degli Studi di Napoli Federico II, Dipartimento di Studi Umanistici
  • Università del Salento, Dipartimento di Beni Culturali
Enti Pubblici
  • Consejo Superior de Investigaciones Científicas, Escuela de Estudios Arabes (CSIC-EEA)
  • Institute for Mediterranean Studies – Foundation for Research and Technology Hellas (IMS-FORTH)
  • Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV)
  • Missione Archeologia Italiana a Hierapolis di Frigia (MAIER)
Soprintendenze
  • Parco Archeologico del Colosseo, Palatino e Foro Romano
  • Parco Archeologico di Leontinoi e Megara
  • Parco Archeologico di Siracusa, Eloro, Villa del Tellaro e Akrai
  • Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per l’area metropolitana di Firenze e le Province di Prato e Pistoia
  • Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la Provincia di Viterbo e per l’Etruria meridionale
  • Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le Province di Brindisi e Lecce
  • Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le Province di Pisa e Livorno
Archivi
  • Aerofototeca Nazionale, Roma – Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione

Principali pubblicazioni

G. Cacciaguerra, Dinamiche insediative, cultura materiale e scambi in Sicilia tra Tardoantico e Altomedioevo. Il caso del sito di Santa Caterina (Melilli, SR), in Archeologia Medievale, XXXV, 2008, pp. 427-452.

G. Scardozzi (a cura di), Il limes orientale tra Siria e Iraq. Dalle fotografie aeree di Padre Antoine Poidebard e Sir Aurel Stein alle immagini satellitari “storiche” e recenti, in Archeologia Aerea, 8, Suppl. monografico, Foggia 2014.

T. Ismaelli, G. Scardozzi (eds.), Ancient quarries and building sites in Asia Minor. Research on Hierapolis in Phrygia and other cities in south-western Anatolia: archaeology, archaeometry, conservation, Bibliotecha Archaeologica 45, Edipuglia, Bari 2016. 

F. D’Andria, M.P. Caggia, T. Ismaelli (a cura di), Le attività delle campagne di scavo e restauro 2007-2011, Hierapolis di Frigia VIII, Ege Yayınları, Istanbul 2016.

T. Ismaelli, Il Tempio A del Santuario di Apollo, Hierapolis di Frigia X, Ege Yayınları, Istanbul 2017.

P. Merola, M. Cozzolino, V. Gentile, L.I. Manfredi, Le mura ottagonali della fortezza di Ighram Aousser (Marocco) attraverso l’integrazione di dati satellitari, indagini elettromagnetiche ed attività di survey, in Archeologia Aerea 12, 2018, pp. 155-158.

F. De Luca, Divisioni agrarie antiche nel territorio di Taranto, in Archeologia Aerea, 11, 2019, pp. 91- 98.

L.I. Manfredi, A. Dekayir, Y. Bokbot, Ancient mines in pre-roman Maghreb. Present and future of archaeological, geophysical and archaeometric researches, in Arid Zone Archaeology Monographs 8, 2019, pp. 63-71.

G. Scardozzi, Il territorio di Hierapolis di Frigia. Guida archeologica, Ege Yayinlari, Istanbul 2020.

P. Merola, Un progetto open per l’archeologia del Montenegro e dell’area adriatica dei Balcani: strumenti e contenuti geospaziali per la costruzione di un GIS, in C. Sfameni, T. Koprivca (a cura di), Archeologia Italiana in Montenegro. Storia e prospettive di una cooperazione scientifica, Bridges: Italy Montenegro series 2, Roma 2020, pp. 203-223.

L.I. Manfredi, A. Dekayir, Y. Bokbot, B. Ouchaou, S. Festuccia, M. Cozzolino, V. Gentile, P.Merola, L. Repola, C. Cecalupo, M. Seghir, Integrated multi scale archaeological analysis in Béni Mellal-Khenifra District (Morocco): the case of Fortress of Aouam, in Archeologia e Calcolatori 31, 2020, pp. 97-120.

G.F. Pocobelli, L’assetto del territorio nordoccidentale di Firenze: centuriazione e viabilità, in M. Salvini, S. Faralli (a cura di), ‘Archeologia invisibile’ a Firenze. Storia degli scavi e delle scoperte tra San Lorenzo, Santa Maria Novella e Fortezza da Basso, Firenze 2020, pp. 207-219.