Archaeology and ancient architecture in Tripolis ad Maeandrum


Descrizione

Il Laboratorio Congiunto è finalizzato allo studio del patrimonio architettonico di una grande città della Lidia meridionale (Turchia).

Oggetto di scavi sistematici a partire dal 2012, condotti dall’Università di Pamukkale (Denizli), sotto la direzione di Bahadır Duman, la città di Tripolis si distingue per monumenti di eccezionale conservazione.
In particolare, le attività del Laboratorio Congiunto si focalizzano sullo studio architettonico del Ninfeo Monumentale scoperto nella campagna 2016: databile nella media età imperiale, il Ninfeo fu oggetto di una imponente anastilosi nel V sec. d.C.
La facciata a più ordini, in marmi bianchi e policromi, ornata da statue ed iscrizioni, è stata rinvenuta in crollo all’interno della vasca e rappresenta un caso eccezionale, per l’ottimo stato di conservazione, per studiare un grande cantiere pubblico di età imperiale e il suo restauro tardo-antico.

Lo studio ricostruttivo e il progetto di conservazione e restauro costituiscono due obiettivi centrali del Laboratorio Congiunto.

Al rilievo, catalogazione e studio dei materiali architettonici partecipano archeologi, restauratori, studenti magistrali e dottorandi italiani e turchi.

News di approfondimento, 27/08/2021

Informazioni

  • Finanziato da: CNR
  • Call: Laboratori Archeologici Congiunti 2019-2020
  • Data di inizio: 01/01/2019
  • Data di conclusione: 31/12/2020
  • Responsabile scientifico ISPC: Tommaso Ismaelli
  • Ente capofila: ISCP
  • Altri Enti/Istituzioni/Organizzazioni coinvolte: Università di Pamukkale (Turchia); Sapienza Università di Roma

Tripolis ad Maeandrum documentary | © Habertürk TV, 25/09/2021